MURALES GRAFFITTI E CARICATURE

Che fine ha fatto Crisa, lo street artist che qualche anno fa (2008-2010 ?) ci faceva trovare le balene dall'occhio languido sui muri della città? ha acquistato notorietà a livello internazionale e vive all'estero. La sua opera era animata da spirito ambientalista, Crisa spiegava che fra tutti gli animali la balena era quella che sperava  "resistesse" . Le sue balene che in una seconda fase si sono evolute poiché le disegnava con oblò , antenne paraboliche , e poi ancora con spine e foglie,  facevano compagnia ai cagliaritani. Era un gioco scoprirne di nuove.

Attualmente il più fertile street artist sardo è Manu Invisible di San Sperate. Suo l'Ugo Foscolo sulla facciata dell'omonima scuola, suo l'appello alla "resilienza" , sulla strada per Pula all'uscita di Cagliari. In una continua sperimentazione e contaminazione fra arte figurativa e lettering.

Gli artisti che armati di spray e bombolette regalano alla città le loro opere hanno un codice etico: mai dipingere su un monumento o edificio storico, mai su muri imbiancati di fresco. Prediligere muri scrostati e insignificanti , altrimenti è vandalismo.I muralisti sono dei creativi con capacità tecniche che affidano alla loro impronta inconfondibile un messaggio etico sociale.

Nel quartiere Villanova, a due passi dal Terrapieno, i muri della via San saturnino sono diventati tela per graffitti e murales, fra i più belli in città, riqualificando intelligentemente la zona , che ha acquistato appeal turistico.

Poi c'è la Via del sale. Nell'estate del 2014 sulla pista ciclabile che da Su siccu porta all'ingresso del parco di Molentargius , una quindicina selezionata di writers e muralisti di caratura nazionale , fra i quali i succitati Crisa e Manu Invisible, hanno partecipato ad un contest, realizzando la prima galleria d'arte contemporanea a cielo aperto di Cagliari.

Il murales come sappiamo è una tradizione radicata in tutta la Sardegna , ma senza andare fino ad Orgosolo ricordiamo il murales, ahimè ormai rimosso, di Sciola , altro artista di San Sperate, sul palazzo dell'Upim di piazza Repubblica.

Altro artista cagliaritano dalla mano magica che recentemente si è cimentato in una street art è Renato Figari avvocato ed esperto caricaturista, nonchè nipote del grande pittore Filippo Figari . Nell'ottobre del 2016 la fondazione Scano-Lecca gli commissionò la decorazione del muro esterno del bellissimo chiostro di San Francesco in Stampace , ora cantiere. Siamo nella via Mameli , come è noto qui sorgerà il Muse d'Arte Contemporanea, dove verranno esposte al pubblico le opere dei grandi artisti sardi del '900, del calibro di Biasi Nivola Ballero Delitala. A Renato venne affidato il compito di presentarli , e così dedicò a ciascuno una caricatura ironicamente descrittiva e biografica. La sua passione per il disegno caricaturale è di vecchia data ed essendo un artista prolifico, ha abituato i cagliaritani ad essere omaggiati delle sue colte e divertenti raffigurazioni. Nel 2012 gli è stata dedicata una mostra di grande successo. moltissime le caricature dei personaggi cagliaritani più noti , dal sindaco bambino Massimo Zedda a Massimo Cellino in versione rockstar. Si sa che la caricatura è spesso perfida, ma non per la mano dell'avvocato Figari, che con eleganza riesce a rimanere sempre nei meandri di uno sfottò bonario . Sarà per questo motivo che gli amici , e non solo, gradiscono enormemente essere ritratti da lui .

 

la balena di Crisa

il fu murales di Sciola

l'avvocato Renato Figari

work in progress

Sese e Nando by Figari