MONTANARA MAMBO KITCHEN E CHAMPAGNE ALL'OYSTER

CHI L'HA DETTO CHE LA PIZZA VA SEMPRE ACCOMPAGNATA DALLA BIRRA ?

CHI L'HA DETTO CHE LO CHAMPAGNE E' UN LUSSO PER POCHI?

Ieri sono andata all'Oyster. E ho scoperto un mondo sconosciuto. Trovo troppo banale dire che l'Oyster sia una enoteca o un wine bar. E'un luogo caldo ed accogliente dove Filippo Mundula,ospitale padrone di casa, intrattiene gli amici clienti con i suoi racconti che trasudano grande preparazione ed esperienza, sul mondo affascinante della produzione vinicola.La sua è una colta passione che lo porta costantemente a fare scouting, ad esempio ieri sera, in occasione dell'evento  Pizza Mambo Kitchen e Champagne, ha presentato una "capsule collection" di champagne, selezionando fra tanti marchi tre piccoli produttori, sulla base di alcuni criteri: si trattava di produttori con pochi ettari all’attivo gestiti in prima persona con grande cura,competenza ed attenzione, produttori esclusivamente di Champagne e non altro, che hanno cura per intero della filiera del proprio Champagne, dalla vigna alla elaborazione delle basi, dalla presa di spuma alla sboccatura finale , e che vendono a prezzi molto ragionevoli e sensati, a dimostrazione che lo Champagne è un lusso molto più democratico di quanto si pensi. Quest'ultimo aspetto, senz'altro interessante, è stato rimarcato ieri sera. Abbiamo assaggiato, devo dire senza alcuna diffidenza, ma anzi con un approccio curioso, tre pizze napoletane cucinate (fritte) da Federica Buccoli aka Mambo kitchen, accompagnate da tre calici di Champagne diversi, a seconda del condimento della pizza. Il verdetto è stato "E Matrimonio sia!" perchè i sapori ben si sposano, e d'altra parte si sa, "lo Champagne sgrassa", tant'è vero che è ottimo col maialetto (cit. F.Mundula).  

Fra una chiacchiera, un sorso del delizioso champagne Gerald Pierrard (è vero,ci trovi sentore di frutta candita, come suggerisce Filippo) e un morso alla squisita montanara  (così si chiama la pizza fritta di tradizione napoletana)preparata dalla magica Federica, food blogger da 73 mila followers, ho ascoltato con attenzione Filippo, esperto sommelier che per lavoro gira per cantine e per fiere. Sapete quanti assaggi degustativi si fanno mediamente in una giornata di aggiornamento o di scouting? Ogni volta che Filippo in veste di assaggiatore va alla scoperta di un nuovo percorso gustativo, arriva a degustare  fino a 120 vini differenti nel giro di otto ore! Si comprende quindi il motivo per cui in ogni fiera o cantina vengono messe a disposizione dei degustatori delle sputacchiere...E non stentiamo a credere che dopo il quarantesimo assaggio effettivamente i sapori incomincino a confondersi, ma meno male che la degustazione non avviene solo col palato, cioè con le papille gustative. E'fondamentale avere un buon naso, l'olfatto è un senso importante per conoscere appieno le componenti di ciò che stai bevendo. E la vista?Vi è mai capitato di vedere il vostro vicino di tavolo mentre agita cicrcolarmente il bicchiere e lo osserva con intensità? E' alla ricerca degli "archi", gli aloni arrotondati che il vino lascia sul vetro e che denotano la struttura del vino. Si sappia però che vino strutturato non significa vino prezioso, ma indica semplicemente le caratteristiche che lo contraddistinguono. 

La serata di ieri è stata per me e per tutti gli amici presenti  piacevolissima, interessante e istruttiva. Allo stesso tempo una coccola per il palato e cibo per la mente. 

La curiosità denota apertura mentale e ci spinge a sperimentare con intelligenza, superando limiti dettati da convenzioni o concetti aprioristici.

  16 marzo 18

Bollicine intelligenti da Oyster

Filippo Mundula il patron dell'Oyster

delizioso champagne con sentori di frutta candita

Filippo sommelier e grande comunicatore

aperitivo plateau da Oyster

le Montanare, un capolavoro della tradizione culinaria napoletana.

il menù dell'evento Pizza & Champagne

pasta ai fagioli con le cozze,uno dei piatti da degustazione del menù Oyster

slurp!

l'Oyster all'aperto nella centralissima via Sardegna

la simpatica Veronica Mundula, collabora con Filippo all'Oyster

Sonia "Facendo cose a Cagliari"e le bollicine

Chicca "Osé" e le bollicine

un elegante ospite