Degustibus Poetto ,save the date 20/5/18

Michele Cabras ideatore e organizzatore del festival Degustibus

DEGUSTIBUS SARDINIA FOOD FESTIVAL

A breve , il 20 maggio, prenderà avvio sul lungomare del Poetto, nell'oasi costituita dai locali Aqua, Arena, Kingka, Aria, il primo attesissimo villaggio enogastronomico sul mare di Cagliari, dove si troveranno riunite le eccellenze sarde del mondo gastronomico, chef,  produttori agricoli, vinicoli, caseari, ovvero gli artigiani del cibo in Sardegna, più giornalisti e blogger. Una giornata dedicata alla cultura del cibo genuino a 360 gradi. Il festival è rivolto ad un pubblico vario e di qualsiasi età. Che si tratti di appassionati, esperti  o epicurei, o semplicemente di buone forchette o anche solo curiosi, si sappia però che al Degustibus saremo deliziati dal buon cibo e sarà difficile non cedere alle lusinghe dei piaceri della buona tavola. 

Da un mese circa sui social, grazie ad un tam tam mediatico incalzante, ci stiamo incuriosendo su un evento gastronomico che, per quello che ci è dato sapere dalle informazioni a goccia, si delinea straordinario sotto vari aspetti. 

La promozione dell'evento si basa su una efficace, direi potente, campagna di comunicazione. Basata su una strategia intelligente fatta di brevi comunicati cadenzati sui social, aventi ad oggetto singoli aspetti della kermesse gastronomica, sta suscitando un crescendo di interesse nei lettori. Tra l'altro la campagna è perfettamente sincronizzata con la data dell'evento e solo al 20 di maggio verranno svelati al pubblico tutti  i personaggi ospiti della manifestazione, le aziende sponsor, i laboratorile band musicali, e tutti gli aspetti organizzativi. 

 

 

ORGANIZZAZIONE . Non è stato trascurato niente. Uno sforzo organizzativo che ha del prodigioso. Soprattutto se si pensa che è gestito da un'unica persona, il vulcanico Michele Cabras, mister "Una notte da chef". Michele, costruttore di professione, è evidentemente  abituato a realizzare progetti. Non è né chef  titolato né produttore agricolo o proprietario di vigneto. È di più, è uno dei più grandi conoscitori del mondo gastronomico sardo, un uomo poliedrico che per carattere nutre le sue passioni, e con determinazione porta avanti progetti realizzandoli dove altri  manco ci provano. Anche in questo caso. Da anni l'infaticabile  Michele bazzica per ristoranti, agriturismo, trattorie, locande, sagre, aziende vinicole, ovili e laboratori caseari, il tutto per un desiderio personale, fare ricerca o scouting.  È affascinato da questo mondo, gira per tutta la Sardegna per testare in prima persona la decantata bontà di quel dato formaggio o la celebrata bravura di quel giovane chef. Si paga di tasca sua corsi  su corsi presso i più importanti chef sardi per seguire la sua passione sull'arte culinaria. Succede cosí che stringe amicizia con i principali operatori gastronomici sardi ed oggi è  considerato a ragion veduta uno dei più stimati e validi chef per passione che ci siano in Sardegna. Solo un anno fa creava "Una notte da chef " , un evento che col senno di poi classifico propedeutico per l'imminente  Degustibus. Nel bellissimo ristorante Niu, Michele coinvolge  15 giovani concorrenti distintisi per la passione da loro riposta nella Cucina, dalla quale anzi traggono da vivere, e per la loro "mediaticità", cioè  capacità  di trasmettere la stessa contagiosa passione per l'arte culinaria, calamitando altri giovani appassionati, in modo da creare sinergia, o fare rete, come gli piace dire. Di questo contest il Degustibus ne è la naturale evoluzione . Michele é riuscito a mettere d'accordo sulla data e sul luogo un numero enorme di chef e produttori. Hanno risposto con affetto e stima alla sua chiamata, allontanandosi dal proprio ristorante o dalla propria azienda per partecipare al festival. Sfatando così  il luogo comune che vuole noi sardi disuniti e invidiosi, Il 20 maggio Michele metterà in rete 25 cuochi pazzeschi, 30 eccezionali aziende produttrici, laboratori sul cibo e sul bere, dibattiti fra esperti del settore, giornalisti del calibro di Enrico Pilia, Alessandra Guigoni, Giovanni Fancello e Alessandra Addari. Il tutto a beneficio di un pubblico che, ne  sono sicura, accorrerà numeroso.

 

 

Valenza del progetto

Nel mondo della gastronomia sarda esiste una classe di fuoriclasse , composta da chef e produttori , cresciuti a genuinità e attenzione al territorio. Se ancora ce ne fosse bisogno, Il Degustibus  sarà l'occasione per conoscerli, per avvicinarli, per vederli all'opera. Gli chef si cimenteranno in piatti capolavoro, che trasudano cultura e creatività come vere opere d'arte. I produttori ci magnificheranno dei loro fiori all'occhiello, dalle marmellate ai formaggi, dai liquori al riso solo per citarne alcuni. L'evento, dal notevole sforzo organizzativo, mette insieme operatori gastronomici provenienti esclusivamente dalla Sardegna, Michele Cabras ha volutamente evitato di ospitare e coinvolgere chef dai nomi altisonanti o produttori internazionali per dare la massima luce  ai nostri, mettendo così in risalto il formidabile legame col territorio. Un evento del genere, paragonabile forse solo al Girotonno di Carloforte, non si era mai visto in Sardegna e potrebbe diventare un appuntamento fisso dall'indiscutibile appeal turistico. 

 

 

Appuntamento dunque al 20 di maggio all'Arena Village, sul lato quartese del Poetto.

Orario 10-24. Ingresso gratuito per i bambini .

 

 8 maggio 18

I protagonisti della giornata Degustibus

Un piatto da passeggio con polpo al Bovale su zuppetta di ceci ed erbette di campo, by chef Luraghi