🤗 atmosfera da Degustibus. Relax, curioso interesse, soddisfazione ad essere lí !

LA FESTA AL VILLAGGIO DEGUSTIBUS

Eravamo tantissimi al DEGUSTIBUS!

 

Il villaggio DeGustibus ha aperto le porte alla Sardegna tutta. Affluenza oltre le aspettative, con punte di 8.000 persone.  Un andirivieni incessante tra stand di interessantissime aziende di nicchia , gazebo con showcooking tenuti da chef di altissimo livello, laboratori dove ti potevi appropriare dei segreti per il miglior abbinamento vino-formaggio o birra-miele-formaggi o ancora distillati-cioccolato. E poi, i cosiddetti salotti , dei veri e propri brainstorming condotti con magistrale abilità da grandi professionisti , direi fra i migliori del giornalismo gastronomico regionale.

Tutti i sensi sono stati stimolati al DeGustibus,  la vista per i colori dei magnifici piatti capolavoro  preparati dai fuoriclasse, quadri artistici con il cielo e il mare del Poetto a fare da cornice, l’udito, grazie a dj set  e musica live, sottofondo ideale per accompagnare il chiacchiericcio allegro del pubblico , il gusto , immaginatevi che festa per le nostre papille gustative! Il tatto certamente , tanti prodotti sono passati fra le nostre mani e ne abbiamo esaminato la consistenza , come le panadine o gli amaretti. L’ olfatto , non vi dico dei fumi e profumi deliziosi che provenivano dai pentoloni e circolavano nell’aria spinti dal piacevole venticello.

Ma più di tutto è la nostra mente ad essere stata sollecitata al Degustibus! Si respirava creatività e cultura, genio e sana ambizione.

L’atmosfera euforica del villaggio mi ha fatto tornare alla memoria quella che si percepiva negli anni d’oro della Fiera campionaria di Cagliari , vi ricordate? Non vedevamo l’ora di andare alla fiera,  per noi ragazzini cagliaritani era il tanto atteso evento annuale, immancabile , i trattori, il padiglione europeo, i pesciolini rossi, lo zucchero filato, il castello stregato, i primi caddozzoni wurstel e cipolla,la palazzina del Mobile, i palloncini colorati,  è tanta tanta gente che si faceva la fila per qualsiasi cosa. Avevamo la sicurezza che ci saremmo divertiti .

Ecco, la stessa sensazione di euforica aspettativa si percepiva nel pubblico del Degustibus,  chi ha partecipato al festoso villaggio ne ha captato la reale sostanza, un evento di portata regionale ma dal format futuribile e facilmente estensibile aldilà del mare.

Il pubblico, che non era solo cagliaritano perché in tanti sono arrivati appositamente dall’Ogliastra , dalla Gallura ,da Alghero,  dal Sarcidano , dal nuorese e da ogni dove , si è sentito allo stesso tempo spettatore e protagonista. I fuoriclasse del cibo sardo sono scesi in campo per mostrare la loro bravura e preparazione senza peraltro avere atteggiamenti da star, di distacco o lontananza , anzi al villaggio era favorito il contatto , il dialogo amichevole , la battuta pronta. Il DeGustibus va visto come una grande famiglia, di cui fanno parte tutti coloro che vi hanno partecipato, ognuno nel proprio ruolo, pubblico compreso, e il cui senso di appartenenza ci fa andare a testa alta.

25 maggio 18

Chef Gianluca Aresu

Chef Luigi Pomata

La guest star Anna Moroni ,personaggio televisivo de "La prova del cuoco "

Dal laboratorio vini-formaggi

Il simpaticissimo Presidente, Fabrizio Cherchi

Gli chef Aresu e Falanga quasi sull'attenti per l'assessore 😉

La faccia da gianburrasca di Enrico Pilia