IL POPOLO DEGLI SPALTI. VIRTUS ESPERIA & CO.

Quando non c'è spazio ci si arrangia così 🤗

Da anni osservo* la tribù del basket giovanile cagliaritano : genitori nonni zii diddine 🙂 coach, assistente coach, preparatori atletici ,massaggiatori pronto intervento ,dirigenti , osservatori e tecnici esterni. 

Virtus ed Esperia, ma anche Cus Cagliari o San Salvatore o Olimpia e altre , squadre che hanno fatto e fanno la storia del basket isolano, che anno dopo anno sfornano campioni e formano la nostra gioventù . Vivai di talenti , giovani promesse, giocatori emergenti. Terreno fertile per fare scouting,dove osservatori e tecnici del basket nazionale individuano capacità ancora inespresse nei nostri pargoli.  Ma anche nuove amicizie , legami basati su raggiungimenti di obiettivi o scoramenti risolti e superati tutti assieme. Società con presidenti e dirigenti che si alternano, squadre che si amalgamano con altre in una sorta di joint venture sportiva, coach che allenano i nostri figli per qualche anno, e poi per la regola dello sport trasmigrano ad allevare nuovi arrivi, o in società diverse  . Tanti sono gli esempi positivi, di serietà, professionalità ,energia trasmessa, condivisione di progetti e risultati. I nostri figli cresciuti nel basket hanno imparato a fare squadra che, so di dire una banalità , non è solo tirare a canestro , ma è fare rete, condividere la missione e sentire di far parte di un’alleanza sana e duratura, che supera le spigolature di ciascun singolo carattere , anzi le smussa in funzione dell’identità e unicità della squadra , senza però rendere invisibili le peculiarità di ciascuno. Insegnamento per la vita.

Poi ci siamo noi, mamme e papà di questi ragazzi, che veicoliamo verso di loro il messaggio fondamentale che lo sport va vissuto come una bellissima avventura, e diventiamo instancabili autisti macinando chilometri per le trasferte,  e poi supporters, psicologi, motivatori. Che non molliamo mai , non smettiamo mai di dare sostegno e contagiare entusiasmo , e non solo ai nostri singoli figli ma anche agli altri ragazzi della squadra e, permettetemelo , anche agli allenatori,  poiché sentiamo la squadra stessa come una nostra creatura , e la nutriamo con affetto attenzione calma buoni propositi e buoni esempi. Almeno ci proviamo.

Ma non son tutte rosa e fiori. Arbitraggi squilibrati, risultati ingiusti, che noi popolo degli spalti ci costringiamo a digerire , composti (🤔) insulti e urla in linea di massima accettabili ( in realtà capita di assistere anche a princìpi di risse)  di fronte a falli antisportivi subiti. Cugurre e brotzu brotzu recitate a mo’ di mantra per pindacciare il tiro libero avversario , udito messo a rischio per il fracasso di trombette maracas e tamburi , ma si sa nel tifo torniamo bambini e ogni mondo è paese. Prendersi piccole soddisfazioni alla fine di partite difficili sulla carta ma poi  vinte di trenta punti , reagire prontamente ad una imprevista cocente sconfitta . Mamme che portano in trasferta ceste da picnic con tanto di tovaglie e vettovaglie e torte fatte in casa per le merende postpartita. Che creano una enorme coperta con i colori e il logo sociale per la panchina infreddolita . Questo è il popolo degli spalti !

La tribù dello sport delle categorie giovanili è un mondo trasversale , ma importantissimo nel tessuto sociale cagliaritano. Non è un semplice slogan dire “Cagliari città dello sport”. L'agilità e la fisicità sportiva ce l'abbiamo nel dna noi sardi, fin da quando, nuragici, cavalcavamo e tiravamo con l’arco, o navigavamo fino all’Egitto per commerciare ossidiana, o sollevavamo massi per costruire nuraghi. Lo sport è pure un volano economico, poiché crea opportunità di lavoro, ben vengano le manifestazioni sportive che attraggono turismo, e ben vengano, anzi auspico un intervento più cospicuo, i finanziamenti pubblici e privati che in modo lungimirante investono in sport.

 

* Queste osservazioni non hanno confine     geografico o colore sociale o tipo di sport .

4 giugno 18

Appuntamento per la trasferta

IL POPOLO DEGLI SPALTI

Ogni partita un' emozione

Dagli spalti

Non ci distraiamo un attimo !

Esperia

Momenti indimenticabili

Relax

Sono un paragrafo. Clicca qui per aggiungere o modificare un testo. Qui puoi raccontare ai tuoi visitatori chi sei e qual’è la tua storia.