ROBERTO SALGO ph.

IL Bastione by Roberto Salgo. Linee, rigore, ordine ed il suo famoso "effetto fantasma" .

Pulizia delle linee e rigore. Lo stile inconfondibile di Roberto Salgo

No, non è una nave rompighiaccio in Alaska! Siamo ad Oristano nel porto industriale !

L'ERMETISMO FOTOGRAFICO DI ROBERTO SALGO

Lo stile è una qualità della visione, la rivelazione dell’universo particolare che ciascuno di noi vede, e che gli altri non vedono.( Marcel Proust )

Il fotografo Roberto Salgo,  cagliaritano doc, artista che mi piace definire controcorrente, con le sue immagini in apparenza fredde e rigorose, in realtà sentimentali perché malinconiche ,  promuove ragionamenti riflessioni e interpretazioni. Non sono fotografie di facile lettura. Eppure ognuna di esse ti parla, rivelando quel dettaglio che mai ti saresti soffermato ad osservare, perché celato fra le pieghe geometriche di una gonna del folklore sardo , o fra le linee infinite dell’architettura industriale. Che siano foto scattate in Tibet o a Berlino o a New York o a Santa Giusta o a Cagliari per Sant’Efisio, tutte hanno un comun denominatore : sono fotografie fantasma , foto dove non ti perdi ad ammirare i colori contrastanti o abbaglianti, ma dove,con un sapiente gioco di luci, abbassati fin quasi a svanire i colori forti del cielo terso o del mare dal brillante  turchese , si rendono impattanti le sottili ordinate linee che si inseguono e certe volte si aggrovigliano senza però creare confusione. Il rispetto per l’ordine e la pulizia delle linee, questo è il leit motiv di Roberto Salgo.

Gran viaggiatore, va alla ricerca di luoghi insoliti , o che rende insoliti. Prendiamo il caso della sfilata strafotografata di Sant'Efisio.  Ci siamo abituati alle foto che mettono in evidenza il tripudio di colori, e la folla chiassosa e disordinata che assiste dalle postazioni dietro le transenne. Ecco, Salgo  è riuscito a cogliere attimi significativi , come la fuga di rossi (costumi femminili) sulla fuga dei gradini , con una prospettiva dall’alto che immortala ma non blocca il movimento, le linee rette degli scalini che formano rettangoli concentrici (segue foto).

Mai banale, mai ripetitivo, mai su sentieri altrui. Salgo ne fa una questione di principio , fotografare l'insolito , andare oltre l'ordinario, giocare con soggetti mille volte da altri rappresentati  eppure da lui portati a nuova vita grazie al suo occhio magico, capace di riaccendere in noi nuovo interesse.

Bisogna perdersi per trovare altre strade, questo è il pensiero ispiratore dell’artista.

Roberto viaggia alla ricerca di posti deserti, senz'anima viva. Trova affascinanti i paesaggi e le strutture industriali , gli offrono l’opportunità di stare da solo e scattare con calma. É attirato pure da quei luoghi aventi normalmente vocazione di divertimento  e caos, con l’obiettivo però di pulirli, nel senso di svuotare i luoghi da fronzoli e superfluo, e donare pulizia di linee, rigore. È come una sfida . Ultimamente si sta cimentando nel raccontare i luoghi più tipici per chiassosità di colori , rumori e disordine , i luna park ! Ma li fotografa quando sono chiusi,deserti, nel momento più inusuale per essi.  

Le sue foto malinconiche, consapevolmente non allegre, riflettono una personalità introversa e portata alla meditazione.

 

Il più bel complimento che può ricevere un fotografo? Quando tra mille foto si riconoscono le sue, per l'inconfondibile,unico ,stile.  Il suo è così, dall’impronta decisamente personale, si è evoluto seguendo i cicli della vita, poiché è il suo modo di esprimersi. E se un tempo faceva solo ritratti, ciò avveniva perché in quel periodo era attratto dalle persone. Ora le persone sono sparite dai suoi lavori. Il ricorso allo  yoga e alla meditazione lo ha reso consapevole del suo modo d'essere , lo ha pilotato verso nuovi interessi, come la maniacale attenzione e ricerca di pulizia e rigore nelle linee geometriche e architettoniche. Il lavoro Steel Life, è un tributo alla purezza degli elementi strutturali dell’architettura industriale , che gli ha valso il suo nome in copertina sulla rivista LFI , (un’istituzione per gli amanti del mondo della Leica), un riconoscimento dal valore di certificazione. Steel Life viene definito come “un lavoro a colori in bianco e nero” !

Finalista in tanti concorsi nazionali ed internazionali cui ha partecipato, Salgo sostiene che anche la mera partecipazione possa dare grandi soddisfazioni a chi fa della sua passione per la fotografia una professione.

 

*ERMETISMO = corrente letteraria italiana del novecento che introduce un nuovo modo espressivo abolendo la punteggiatura e caricando di significato gli spazi bianchi . I temi trattati principalmente sono quelli sulla solitudine dell’uomo moderno e sulle questioni esistenziali.

 

 20 giugno 18

Un esempio di "foto fantasma" , il backstage della vestizione nelle aule dei Salesiani

Fuga dei rossi e fuga di linee. Prospettiva insolita by R.S ph.

Il fascino dell'architettura urbana e industriale. Berlin, trainstation

Immagine insolita per il Brucomela, il parco giochi più desiderato dai bimbi cagliaritani. Salgo' style.

Giochi di linee alla Manifattura Tabacchi.La Sardegna industriale by R.S.ph

Il fotografo cagliaritano Roberto Salgo, @roberto_salgo . Classe 1959, vive in pieno centro a Cagliari, in via Portoscalas. La passione per la foto esplode nel 1995 durante un viaggio in Kashmir. La ricerca di luoghi insoliti lo porta a viaggiare a lungo, Vietnam, India, Messico, Germania giusto per citarne alcuni. Collabora con riviste del settore e agenzie pubblicitarie. Finalista e con menzioni d'onore in tantissimi concorsi a cui partecipa. I suoi lavori piacciono nel mondo, come Steel Life che viene pubblicato in Cina e sulla celebre rivista LFI